La pelle secca e molto secca

Che cos’è e da cosa dipende


Le cause della pelle secca e xerotica sono riconducibili a diversi fattori, talvolta concomitanti.

Nella pelle l’acqua rappresenta il principale componente: un buon livello di idratazione è il presupposto di una cute in buona salute.

Infatti, quando la pelle è secca risulta meno resistente, facilmente irritabile oltre che più predisposta a stati infiammatori e a manifestazioni fastidiose come il prurito.

Per indicare la pelle estremamente secca e inaridita spesso si utilizza il termine Xerosi, dal greco kseròs (secco).

La pelle xerotica è ruvida e screpolata. Può anche presentare desquamazione, ragadi e fissurazioni, ed è spesso caratterizzata  da prurito e arrossamento.

Perché la pelle diventa secca?

Lo strato più esterno dell’epidermide – strato corneo – rappresenta un vero e proprio involucro protettivo “a doppio senso di marcia”! Protegge dalle aggressioni esterne, ma anche dalla perdita d’acqua dagli strati più profondi.

Lo strato corneo è paragonabile a un muro in cui le cellule - i corneociti – rappresentano i mattoni, mentre il cemento è formato da lipidi (ceramidi, colesterolo, acidi grassi) organizzati secondo una struttura a cristalli liquidi. Superficialmente poi è presente anche il film idrolipidico, miscela di sostanze acquose e lipidiche, che si forma grazie alla secrezione di sudore e sebo.

Quindi una specie di muro, ma non una struttura semplice e statica, bensì complessa e dinamica perché:

  • in continuo rinnovamento come tutta l’epidermide
  • in costante allerta su quanto accade all’esterno e all’interno
  • in perenne attività di organizzazione e mobilizzazione dell’acqua. 

In condizioni “normali” lo strato corneo svolge infatti un’efficiente funzione barriera difendendo da agenti fisici, chimici come anche dai batteri patogeni, e nello stesso tempo regolando l’equilibrio idrico tra l’ambiente esterno e gli strati cutanei sottostanti. E’ fisiologico perdere una certa quota di acqua attraverso la pelle e questa perdita si misura come quantità di vapore acqueo che dallo strato corneo si diffonde verso l’esterno o TEWL : Trans Epidermal Water Loss.

Bassi valori di TEWL indicano che la barriera cutanea è integra, mentre alti livelli indicano una minor potere protettivo della barriera cutanea.

In caso di alterazioni delle proteine delle cellule cornee - i mattoni -  dei lipidi intercorneocitari – il cemento – e del film idrolipidico, la funzione barriera può diventare carente, di conseguenza il contenuto di acqua dell’epidermide si riduce e la pelle diventa secca e xerotica.

Quali sono le cause della pelle secca e xerotica?

La secchezza può essere una condizione “primitiva” perché la pelle è fragile, senile, o atopica, oppure una condizione acquisita perché sono intervenuti fattori esterni come l’esposizione al sole, il clima freddo e pungente, lavaggi frequenti, contatto con sostanze aggressive.  

Le cause della pelle secca e xerotica sono infatti riconducibili a diversi fattori, talvolta concomitanti:

  • FATTORI COSTITUZIONALI: a parte la predisposizione genetica, la pelle secca interessa spesso i bambini o gli anziani, poiché in queste fasce d’età l'attività delle ghiandole sebacee è ridotta o assente
  • FATTORI AMBIENTALI: esposizioni al sole, al vento, al caldo o al freddo, utilizzo di detergenti aggressivi, irritazioni di natura meccanica (sfregamento), utilizzo di indumenti sintetici
  • FATTORI IATROGENI: alcuni farmaci o particolari terapie possono determinare secchezza cutanea anche severa
  • FATTORI PROFESSIONALI: contatto con solventi e sostanze chimiche, attività svolte sempre all’aria aperta o professioni che prevedono  frequente contatto con l’acqua (es. baristi, personale sanitario, ecc)  
  • AFFEZIONI DERMATOLOGICHE: la xerosi è un segno clinico associato ad alcune dermatiti, caratterizzate da desquamazione anomala, ispessimento – ipercheratosi - o irritazione della pelle, quali ad esempio ittiosi, psoriasi e dermatite atopica.

La secchezza cutanea è una condizione piuttosto comune. Frequentemente riguarda le zone più esposte, cioè  il viso e le mani,  ma può interessare qualsiasi parte del corpo.

Per trattare la pelle secca e molto secca, sono utili quelle abitudini che da un lato impediscono l’ulteriore secchezza – ad esempio detergere delicatamente - e dall’altro favoriscono i naturali meccanismi di idratazione cutanea – utilizzo quotidiano di cosmetici idratanti.

Questi idratanti possono avere caratteristiche diverse: sono in genere più emollienti se destinati al corpo,  adatti invece come base per il trucco e protettivi anche contro lo stress ossidativo quotidiano, quando destinati al viso

Per saperne di più, leggi i nostri articoli:

Dermatite Atopica, cos’è e come trattarla


Vuoi saperne di più?

Fai una domanda ai nostri esperti

Tutti i prodotti BioNike delle linee TRIDERM, DEFENCE e PROXERA sono formulati per ridurre i rischi di intolleranza e sono adatti alle pelli sensibili. Sono infatti Nickel Tested, SENZA conservanti, SENZA profumo, SENZA glutine, e realizzati con ingredienti rigorosamente selezionati e controllati.

Ti consigliamo comunque di consultare il tuo farmacista e/o il tuo dermatologo che possono consigliarti al meglio.

Lo sapevi che?

Per la pelle secca e xerotica del corpo BioNike propone PROXERA: una gamma completa di prodotti dalle eccellenti proprietà ristrutturanti e idratanti, ideale per le pelli secche anche più sensibili, come quella degli anziani e in presenza di stati irritativi.

Per idratare la pelle del viso la ricerca BioNike ha creato DEFENCE HYDRA5 formulata con l’esclusivo complesso DetoxHyal5, combinazione di attivi vegetali detossificanti e acido ialuronico in 5 forme molecolari, per idratare intensamente e rafforzare i naturali meccanismi difensivi della pelle contro lo stress ossidativo quotidiano (UV, inquinamento).