Cellulite: i falsi miti

I falsi miti riguardanti la cellulite sono innumerevoli e questo rende spesso difficile comprendere le strategie da seguire e più efficaci per contrastarla. La cellulite riguarda praticamente tutto l’universo femminile, anche donne molto giovani, ma con notevoli differenze individuali in termini di estensione e gravità.

Per capire come contrastarla e quindi su quali aspetti semplici, ma corretti bisogna focalizzarsi, innanzitutto è importante conoscere cos’è realmente la cellulite.

Patologia o semplice inestetismo?

La cellulite è una malattia infiammatoria, che interessa il pannicolo adiposo sottocutaneo sia a livello degli adipociti che del tessuto connettivo, ovvero la “maglia” che tiene organizzate queste cellule. È caratterizzata da problemi a carico del microcircolo, ritenzione idrica e accumulo di lipidi, che causano la formazione di noduli e fossette. Questo comporta l’insorgere di inestetismi, come l’aspetto a buccia d’arancia, tipico della cellulite. La cellulite, scientificamente definita come panniculopatia edemato-fibrosclerotica è quindi una vera e propria patologia che ha anche conseguenze estetiche, quindi inestetismi più o meno evidenti, a seconda dello stadio di gravità.

Le cause della cellulite

La cellulite è una patologia multifattoriale, non ha quindi un’unica causa, ma dipende da fattori sia genetici che ormonali e comportamentali. Questo genera confusione e molte credenze sbagliate.

Vediamo insieme i 10 falsi miti più ricorrenti riguardo alla cellulite:

  1. Le donne magre non hanno la cellulite. FALSO

La cellulite, anche se interessa il grasso sottocutaneo, non è un semplice accumulo di grasso, ma è dovuta anche a problemi di circolazione. Infatti anche le donne magre possono soffrire di cellulite e alle donne in sovrappeso non basta dimagrire per migliorare la situazione. In particolare sarebbero da evitare i dimagrimenti troppo rapidi, perché fanno perdere ancora più compattezza ai tessuti, peggiorando gli inestetismi.

  1. Gli uomini non soffrono di cellulite. FALSO

È sicuramente più rara negli uomini, ma anche loro possono soffrire di cellulite. Negli uomini generalmente è più frequente un accumulo di tessuto adiposo a livello dell’addome ed infatti anche la cellulite interessa soprattutto questa zona.

  1. La cellulite ha solo cause genetiche. FALSO

La predisposizione genetica è un fattore appunto predisponente, ma non determinante. Anche sapendo di avere una certa familiarità nel soffrire di cellulite, non bisogna arrendersi alla propria genetica. Anzi, una predisposizione alla cellulite dovrebbe motivare ancora di più le donne anche molto giovani ad adottare abitudini salutari per prevenirla e rallentarne la progressione. Andrebbero evitati vizi dannosi come il fumo e sarebbe invece da preferire uno stile di vita sano, basato su una corretta alimentazione e una moderata, ma frequente attività fisica.

  1. La cellulite compare dopo i 40 anni. FALSO

La cellulite è tipica dell’età fertile della donna e può comparire anche nelle giovanissime, tanto che in un’adolescente su tre sono già visibili gli inestetismi.

Gli ormoni, soprattutto gli estrogeni, hanno una funzione cruciale nel predisporre alla formazione della cellulite e accanto ad essi concorrono i problemi di circolazione. Decidere di affrontare la cellulite quando è ancora in uno stadio iniziale aumenta sicuramente le probabilità di successo del trattamento.

  1. La pillola contraccettiva fa venire la cellulite. FALSO

La causa del problema cellulite viene erroneamente attribuita da chi ne fa uso, alla pillola contraccettiva e non alla scarsa attenzione ad uno stile di vita sano e attivo. Invece, esiste un’ampia possibilità di scelta per individuare il contraccettivo a misura delle proprie necessità e a bassissimo dosaggio ormonale che non danneggi la forma fisica.   

  1. La cellulite è impossibile da eliminare FALSO

La cellulite, come abbiamo già detto, ha stadi progressivi di gravità e tanto più è avanzata, tanto più è difficile farla regredire. Esistono prodotti specifici a seconda del grado di evoluzione della patologia e prima si sceglie di intervenire, mantenendo costante il trattamento e più possibilità di successo si hanno nel contrastarla.

  1. La migliore attività fisica per combattere la cellulite è la corsa FALSO

L’attività fisica è molto importante per il benessere psico-fisico di ogni persona, ma non è sufficiente da sola a contrastare la cellulite. In ogni caso, la migliore strategia comprende la sinergia tra attività aerobica (corsa o camminata) e attività di tonificazione della muscolatura, per migliorare l’ossigenazione delle zone interessate dal problema.

  1. Contro la cellulite servono solo i massaggi FALSO

I massaggi aiutano a migliorare i problemi di circolazione e quindi il ristagno dei liquidi, ma da soli non bastano a risolvere la cellulite. Abbinare invece i massaggi ad un trattamento costante e duraturo con prodotti specifici può essere una scelta vincente. Il massaggio infatti potenzia l’efficacia dei principi attivi contenuti nel trattamento.

  1. Contro la cellulite servono solo le diete dimagranti FALSO

Un controllo delle chilocalorie che introduciamo è utilissimo per mantenersi in forma, ma controllo non significa privazione drastica. Invece, una dieta sana ed equilibrata, povera di sale e con preparazione dei cibi attraverso la cottura alla griglia o a vapore, aiuta a mantenere un controllo ottimale dei grassi e preserva i preziosi nutrienti in essi contenuti.

  1. Tutte le creme anticellulite sono uguali FALSO

Non è assolutamente vero che tutte le creme anticellulite sono uguali. A seconda che si tratti solo di lieve inestetismo o di cellulite in stadio più avanzato, il trattamento richiede infatti prodotti specifici e un utilizzo costante e duraturo.

I prodotti per contrastare la cellulite

La ricerca BioNike propone un’efficace strategia sia quando il problema è limitato agli inestetismi, sia per trattare la cellulite a stadi più avanzati.

Per trattare gli inestetismi e favorire il rimodellamento DEFENCE BODY REDUXCELL  Booster snellente corpo con applicatore massaggiante, che aiuta a ridurre le adiposità localizzate, migliorando l’aspetto a buccia d’arancia tipico della cellulite.

Il trattamento topico per trattare la cellulite (stadio 2° - 3°) è invece DEFENCE BODY TRATTAMENTO CELLULITE Crema-gel drenante riducente, un dispositivo medico, formulato senza fonti di iodio, ad azione freddo/caldo che stimola la microcircolazione capillare favorendo il drenaggio dei liquidi e delle scorie nel tessuto sottocutaneo.

Per un’azione sinergica, BioNike offre anche un fango effetto “freddo” sulla pelle, anch’esso senza fonti di iodio e inoltre un integratore alimentare - NUTRACEUTICAL ReduxCELL - a base di estratti vegetali che favoriscono il microcircolo e il drenaggio dei liquidi corporei, aiutando a contrastare gli inestetismi della cellulite anche dall’interno.

Senza credere a tutti i falsi miti, ricorda che la cellulite è un problema che va affrontato con costanza e pazienza, associando ai prodotti specifici un’alimentazione equilibrata e una regolare attività fisica.