Primi segni d'invecchiamento cutaneo: come affrontarli?

I primi segni dell’invecchiamento cutaneo iniziano a comparire intorno ai 25-30 anni, sotto forma di lieve perdita di elasticità, minore tono cutaneo e rughe molto sottili. Questi sono i primi segnali del processo fisiologico di invecchiamento della pelle. Questo processo, per quanto sia naturale ed inevitabile, è lento anche se progressivo e può essere comunque prevenuto e rallentato.

I primi segni: cosa succede nella pelle

Alla base di questi primi segnali ci sono le alterazioni che interessano tutti e tre gli strati della pelle: l’epidermide, il derma e l’ipoderma.

  • Nello strato più superficiale, detto epidermide, si assiste ad un rallentamento del ricambio cellulare o turnover epidermico, e la pelle comincia a essere meno difesa e meno “combattiva”.
  • Nel derma inizia a diminuire la produzione di collagene, elastina e acido ialuronico, importanti nel dare tono, turgore ed elasticità alla cute.
  • Nell’ipoderma, lo strato più profondo, il cambiamento interessa la struttura del tessuto adiposo, provocando a lungo andare una perdita di volume soprattutto nelle guance.

Le prime rughe compaiono soprattutto intorno a occhi e labbra, zone in cui la pelle è molto sottile.

Vengono definite “rughe d’espressione” perché sono proprio certe espressioni del viso, ripetute nel tempo, ad accentuare questi primi segni dell’invecchiamento cutaneo.

Le cause dell’invecchiamento cutaneo

I primi segni di invecchiamento cutaneo non compaiono per tutti a un’età definita e nemmeno  con la stessa evidenza…perché? Perché, accanto all’invecchiamento cronologico (o intrinseco), legato alla genetica, c’è quello estrinseco, ovvero correlato a fattori e comportamenti che dipendono dall’individuo e che oggi trova definizione nel termine “esposoma cutaneo”.

L’esposoma cutaneo è l’insieme di fattori esogeni ed endogeni a cui la pelle è quotidianamente sottoposta e sollecitata e che determinano segni di invecchiamento.

Fanno parte dell’esposoma cutaneo fattori importanti come l’alimentazione, lo stress e la mancanza di sonno, ma soprattutto fattori ambientali come la luce solare e l’inquinamento che causano stress ossidativo.

Lo stress ossidativo è dovuto a sovrapproduzione di radicali liberi, che sono molecole particolarmente reattive, in grado di aggredire e danneggiare proteine, lipidi e DNA. La pelle possiede un sofisticato sistema antiossidante, in grado di fronteggiare la normale produzione di radicali liberi, trasformandoli in specie meno tossiche e mantenendo così l’equilibrio ossidativo.

Il problema nasce quando l’esposizione costante e prolungata ad alcuni fattori esterni promuove una produzione di radicali liberi maggiore del normale e il sistema di difesa non riesce più a neutralizzarli.

L’organismo va così incontro a stress ossidativo, subendo importanti danni alle proprie cellule.

Come contrastare l’insorgere dei primi segni di invecchiamento

Il primo gesto per contrastare efficacemente l’invecchiamento, è mantenere la pelle ben idratata.

Così come il corpo ha bisogno di acqua, anche la pelle ha bisogno di essere idratata quotidianamente. In primo luogo dall’interno bevendo con regolarità durante il giorno, perché la pelle è l’organo più grande, per peso ed estensione.

Insieme all’idratazione occorre ridurre lo stress ossidativo, cercando di evitare tutti quei fattori esterni che stimolano la produzione di radicali liberi.

I principali nemici della pelle sono:

  • l’esposizione solare prolungata, costante e soprattutto senza un’adeguata protezione;
  • l’inquinamento dell’aria, dovuto alla presenza di polveri sottili e metalli pesanti;
  • la luce blu, prodotta dai dispositivi elettronici;
  • il fumo.

Per limitare lo stress ossidativo è sicuramente utile adottare uno stile di vita sano, caratterizzato da un buon riposo notturno, da una moderata attività fisica e da una sana alimentazione. Frutta e verdura e altri alimenti ricchi di sostanze antiossidanti come i polifenoli, sono infatti un prezioso aiuto nel contrastare l’eccesso di radicali liberi.

Come prevenire e rallentare l’invecchiamento cutaneo

Capire l’importanza di una beauty routine quotidiana anche in giovane età è il primo passo per prevenire e rallentare l’invecchiamento cutaneo. E in questa routine l’idratazione è la protagonista. Idratare la pelle è un’azione tutt’altro che banale e scontata, non solo indispensabile per il suo benessere, ma anche presupposto per mantenerla tonica e luminosa. Quando la pelle si disidrata appare tesa, ruvida e con un colorito spento e grigiastro. E se la pelle è secca è anche indifesa: più vulnerabile nei confronti delle molteplici aggressioni esterne e più suscettibile a manifestare segni precoci d’invecchiamento. 

Inoltre, la pelle è messa a dura prova da ritmi frenetici, cattive abitudini, raggi UV, luce blu, inquinamento ambientale, tutte fonti di radicali liberi che implicano stress ossidativo.

Ogni giorno è quindi importante non solo idratare, ma anche contrastare lo stress ossidativo per mantenere una pelle sana, luminosa e attivamente difesa dall'invecchiamento.

Defence Hydractive

La linea Defence Hydractive di BioNike nasce proprio con l’obiettivo di aiutare la giovane donna nel suo primo trattamento anti-age, con un’idratazione all’avanguardia e contrastando lo stress ossidativo. La sua particolare formulazione si avvale di un complesso di acido ialuronico a diversi pesi molecolari e di selezionati fitoattivi, per idratare, proteggere e rinforzare la pelle. Il peso molecolare dell’acido ialuronico determina la sua penetrazione più o meno in profondità. Il complesso Hyaluron-pro, presente nella linea Defence Hydractive di BioNike, contiene acido ialuronico con addirittura cinque pesi molecolari diversi, per garantire un’idratazione continua fino a 48 ore in tutti gli strati dell’epidermide.

Oltre all’azione idratante favorita dall’acido ialuronico, le varie referenze della linea Defence Hydractive contengono gli estratti naturali di Cisto rosso e Gynostemma per contrastare i radicali liberi e rinforzare i naturali meccanismi di detossinazione. La presenza inoltre di carnosina e di un polisaccaride biotecnologico protegge la cute dagli effetti dannosi nocivi provocati dagli inquinanti urbani e dalla luce blu emessa dai dispositivi elettronici.

La linea Defence Hydractive, ad azione idratante e detossinante, è idratazione attiva, quindi il trattamento quotidiano ideale per la pelle della giovane donna.